Bip Mobile: Tiscali e Tre Offrono Un Blando Riparo

Era il 29 dicembre 2013, una giornata buia e tempestosa, quando gli adepti dell’operatore mobile virtuale col coyote nello stendardo si sono visti congelare le linee dopo tre settimane di incertezze e travagli. La leggenda narra che alcuni valorosi, migrati con coraggio altrove nelle prime ore di questo nefasto evento, si siano trovati in un gap spazio-temporale nel quale si sono visti ricoscere (indifferentemente) credito e bonus in altri lidi dal colore rosso e blu. Non si conosce l’identità di questi guerrieri della MNP, tanto che, nel tempo, in molti hanno messo in dubbio la loro stessa esistenza. I più, però, sono rimasti indietro a cercare di tutelare le donne e i bambini: proprio loro possono ancora agire per tentare di recuperare il credito effettivo rimasto in Bip tramite le recenti “offerte” (only in Italy…) proposte da Tiscali e da Tre.


Tiscali Mobile. L’operatore con la Sardegna nell’accento promette, dal 15 gennaio 2014, di riconoscere al cliente titolare della MNP entrante il credito acquistato in Bip (che Bip probabilmente non le passerà mai) fino ad un massimo di 60€ come bonus senza scadenza. Tale bonus, ovviamente non trasferibile e non convertibile, verrà accreditato mensilmente in quattro rate*. Inoltre da tempo Tiscali Mobile offre ai clienti entranti in portabilità un bonus di 20€ (anche questo accreditato in quattro tranche mensili e senza alcuna scadenza), che andrebbe a sommarsi al bonus/credito trasferito a fronte del costo della sola Sim. Il costo della Sim dal sito Tiscali è di 30€, ma fortunatamente ci viene incontro “il noto dealer di Treviso” (attraverso questa offerta).

Tre (H3G). Anche l’operatore UMTS, ancor prima di quello sardo (dal 14 gennaio), si è offerto di riconoscere ai clienti provenienti dalla agonizzante Bip Mobile il riconoscimento del credito residuo presente al momento della richiesta di portabilità, che verrà accreditato sulla Sim H3G come credito telefonico non convertibile in denaro e non trasferibile (leggasi “bonus”) fino ad un massimo di 100€ con scadenza prevista per il 30 aprile 2014. Verrebbe da fare della facile ironia, se non fossimo in Italia.

Vodafone, Poste Mobile e TIM invece hanno apertamente dichiarato che nessun credito verrà riconosciuto agli utenti Bip che decidono di portare il loro numero, Wind, dopo un ferreo “col cavolo” potrebbe ripensarci nei prossimi giorni: fonti non ufficiali parlano di un probabile riconoscimento fino a 40€. Nessuna presa di posizione è avvenuta da parte di Nòverca e CoopVoce.

Nel frattempo Bip Mobile ci ha tenuto ad informare la propria sfortunata clientela sul fatto che ha più volte chiesto formalmente a Telogic la riattivazione del servizio “voce in entrata”, che la stessa Bip non ha ancora chiuso né è fallita e che poi c’era una marmotta che incartava la cioccolata.

Conviene fuggire, ovviamente, anche perché mentre scrivo si stanno diffondendo a macchia d’olio comunicati su di un probabile blocco delle MNP da parte del coyote… Anzi, forse è già troppo tardi. Che post inutile.

Post Correlati:

La felicità è reale solo quando...
Condividimi!
Evernote

2 Commenti

  1. Alfex Pennix 4 maggio 2014
  2. Alfex Pennix 4 maggio 2014

Lascia un Commento