Delicatamente Autunno – Le Serie 2013/14: Novità

Ormai ci siamo: la nuova stagione televisiva sta per prendere il via ed è per questo motivo che questa ciofeca di blog sta per passare in rassegna le imminenti novità autunnali potenzialmente interessanti del piccolo schermo statunitense ed europeo, col sospetto, però, che il meglio sia stato rimandato a gennaio 2014.

NUOVI ARRIVI



Almost Human – dal 3 Novembre su FOX (U.S.A.)

Siamo nel 2048. Gli agenti del L.A.P.D. sono affiancati, nell’esecuzione del loro dovere, da androidi in stile Alien. John Kennex (Karl Urban, Pathfinder) è un agente che, in seguito ad un grave incidente, torna in servizio e viene affiancato da un drone, Dorian (Michael Ealy) un tantino picchiatello. Nel cast anche Lily Taylor (The Conjuring) e Mackenzie Crook (Game of Thrones). Dal creatore, J.H. Wyman (produttore esecutivo di Fringe) e con i soldi di J. J. Abrams. ‘Che J. J. non è uno che o si ama o si odia, è uno che si ama e si odia contemporaneamente. Sempre.



Atlantis – dal 28 Settembre su BBC One (U.K.)

Scritto da Howard Overman (Misfits), prodotto dall’inglesissima BBC One (Luther) ed ispirato alla mitologia greca, Atlantis sarà probabilmente un mix di fantasy e avventura su cui puntare. Nel cast non compaiono volti noti a queste pagine, ma i personaggi hanno nomi in stile Hercules, Jason, Ariadne e Pythagoras. Per gli dei, i vecchi e i nuovi, speriamo bene.



The Black List – dal 23 Settembre su NBC (U.S.A.)

Il criminale più ricercato sulla terra, Raymond Reddington (James Spader, Wolf) si costituisce ed è pronto a fare i nomi  di tutti i colleghi malviventi con cui ha lavorato, a patto che la sua lista venga supervisionata dalla sconosciutissima recluta dell’FBI Liz Keen (Megan Boone), perché da giovine gli era piaciuto Il Silenzio degli Innocenti. Tic Tac, Clarice. Nel cast anche Diego Klattenhoff (Homeland) e soprattutto Parminder Nagra, (Dr. Neela Rasgotra in E.R. e purtroppo anche Dr. Lucy Banerjee in Alcatraz).



By Any Means – dal 22 Settembre su BBC One (U.K.)

Un dipartimento di polizia non proprio integerrimo, quello di questo nuovo inglesissimo crime, che gioca a catturare noti criminali scendendo al loro stesso livello, a qualunque costo. Nel cast Kate Dickie (Lysa Arryn in Game of Thrones), Neil Maskell (l’assassino cicciobombo di Utopia), Martin Jarvis (The Girl With The Dragon Tattoo) e soprattutto Warren Brown, Justin Ripley di Luther, a dimostrazione che gli inglesi i polizieschi li sanno fare meglio.



The Crazy Ones – dal 26 Settembre su CBS (U.S.A.)

Quel furbacchione di David E. Kelley (Ally McBeal, Harry’s Law), nella nuova comedy targata CBS, mette Simon Roberts (Robin Williams) a capo di un’agenzia pubblicitaria di Chicago, dove lavora come dipendente anche sua figlia Sydney (Sarah Michelle Gellar), con un disperato bisogno di emanciparsi. Difficile capire se la serie vale davvero una visione o se questi nomi altisonanti sono messi lì proprio perché altrimenti non avrebbe speranze… Nel cast anche Hamish Linklater, ovvero quello che nella seconda serie di The Newsroom fa quel fetentone di Jerry Dantana.



Dracula – dal 25 Ottobre su NBC (U.S.A.)

Dai produttori di Downton Abbey e dal regista di Tudors, ha il via l’ennesima trasposizione del romanzo di Bram Stoker sul succhiasangue più celebrato della cinematografia. Interpretato dalle labbra di Jonathan Rhys Meyers, Dracula torna nella Londra del XIX secolo, fingendosi Alexander Grayson, imprenditore ‘mmerigano intenzionato a importare le nuove tecniche scientifiche nella società vittoriana. Difficile non pensare al Dracula di Coppola anche solo guardando il trailer… qui però si prevedono più culi, eh.



Hostages – dal 23 Settembre su CBS (U.S.A.)

La più promettente tra le novità in arrivo è in realtà il remake di una serie israeliana (già, come Homeland). La famiglia di un medico (la bravissima Toni Collette di The Sixth Sense o Little Miss Sunshine) che dovrà operare niente popò di meno che il Presidente degli Stati Uniti, viene presa in ostaggio da un gruppo di terroristi (chepperò sono anche agenti dell’F.B.I.), capitanati da quello scandabagno di Dylan McDermott. La dottoressa Sanders, per salvare i suoi cari, dovrà uccidere il Presidente, ma qualcosa lascia immaginare che nessuno sia ciò che sembra. Gomblottissimo e hype alle stelle.



Ironside – dal 2 Ottobre su NBC (U.S.A.)

Remake di una serie televisiva statunitense andata in onda tra il 1967 e il 1975, Ironside ha come protagonista un giovane detective, Robert Ironside (Blair Underwood), costretto su di una sedia a rotelle a causa di un grave trauma subito durante una sparatoria. E’ molto probabile che si tratti di una robetta da niente, ma dato che ci ricorda un altro, ben più famoso, ex-detective tetraplegico, perché non dargli una possibilità, considerato anche che lo script originale di questo prodotto è degli anni ’60, pertanto antecedente la prima apparizione di Lincoln Rhyme (1997)? Nel cast c’è anche Brent Sexton, il papà di Rosie Larsen in The Killing.



Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. – dal 24 Settembre su ABC (U.S.A.)

La mente dietro questo ennesimo progetto con gli oramai onnipresenti supereroi è Joss Whedon, uno che ha inventato Buffy, che ha scritto Dollhouse e The Cabin In The Woods e che ha diretto The Avengers. Mica male, eh? Proprio da The Avengers questa serie prende il via, raccontando la storia dell’agente Phil Coulson (Clark Gregg) che, sopravvisuto ad uno scontro con Loki, cerca di mettere insieme una nuova squadra di agenti. ‘Nsomma, una di quelle serie delle quali occorre vedere almeno il pilot, o Mark Ruffalo si incazza e inizia a spaccare culi. Meglio non rischiare.



Masters of Sex – dal 29 Settembre su Showtime (U.S.A.)

Non si fa in tempo ad imparare il significato di metro sexual che arriva il retrò sexual: questa nuova serie segue da vicino le vicende e le ricerche dei pioneri della sessualità umana, il sessuologo William Masters (Michael Sheen, Underworld, The Queen) e la psicologa Virginia Johnson (Lizzy Caplan, Cloverfield, The Wedding Party). Probabilmente non ci si punterebbero dieci lire, se non ci fosse di mezzo la Showtime. Quella di Dexter. Quella di Homeland.



Mob City – dal 4 Dicembre su TNT (U.S.A.)

C’era una volta il Frank Darabont di Le Ali Della Libertà, Il Miglio Verde e The Mist, al quale tutti  volevano bene. Poi gli è succeduto il Frank Darabont di The Walking Dead, a cui volevano bene tutti tranne la AMC (quella che ha appena cancellato The Killing), che gli ha sbattuto la porta in faccia. Adesso c’è il Frank Darabont di Mob City, che racconta la lotta alla criminalità organizzata nella Los Angeles degli anni ’40. Succoso il cast: Jon Bernthal (The Walking Dead), Milo Ventimiglia (Heroes, Pathology), Brendan Sexton III (The Killing), ma soprattutto Robert Knepper (Prison Break) e, come guest star dell’episodio pilota, Simon Pegg (L’Alba dei Morti Dementi, Hot Fuzz).



Once Upon A Time in Wonderland – dal 10 Ottobre su ABC (U.S.A.)

Spin-off di Once Upon A Time, questa serie, ambientata nell’Inghilterra vittoriana, racconta la storia di Alice e del mondo nascosto aldilà della tana del coniglio. Indipendente a livello narrativo (o almeno così sembrerebbe) dalla serie madre, Once Upon A Time In Wonderland vanta tra gli sceneggiatori Adam Horowitz (OUAT e… Lost) ed Edward Lawrence Kitsis (OUAT e… Lost), mentre tra gli attori campeggia il nome di Naveen Andrews (Planet Terror e… Lost). Il guaio è che a guardare il trailer ti passa la voglia.



Peaky Blinders – dal 12 Settembre su BBC Two (U.K.)

Siamo nel primo dopoguerra a Birmingham: la miseria, i comunisti, Churchill, le scommesse, il racket e le rapine. Seguiamo le vicende dell’Ispettore Capo Campbell (Sam Neill, Jurassic Park, Alcatraz) alle prese con la poco rispettabile famiglia Shelby (soprannominata dalla comunità Peaky Blinders), il cui esponente più pericoloso sembra essere Tommy Shelby, interpretato dagli occhi azzurri più azzurri sulla faccia della Terra. Basterebbe anche solo questo. Basterebbe Cillian Murphy in ogni dove.



Sleepy Hollow – dal 16 Settembre su Fox (U.S.A.)

Ichabod Crane muore e si risveglia, questa volta, nel 2013. Come sempre assieme a lui torna nel mondo dei vivi anche il Cavaliere Senza Testa, che ricomincia la sua folle frenesia omicida. Crane (Tom Mison), originario del XVIII secolo, dovrà, per riuscire a fermare gli omicidi, collaborare con lo sceriffo di Sleepy Hollow, Abby Mills (Nicole Beharie), una donna afroamericana… Nuova rivisitazione del racconto di Washington Irving (The Legend of Sleepy Hollow), che potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa. O forse no.



The Tomorrow People – dal 9 Ottobre su CW (U.S.A.)

Remake di una serie inglese semi-sconosciuta, dai produttori di Arrow e The Vampire Diaries (yeah!) arriva una nuova serie su della gente che c’ha i brufoli e i superpoteri. L’entusiamo si smorza già durante il trailer: a) sequenza in cui Tizio solo cammina nel corridoio di una highschool mentre tizi/e in gruppo lo deridono vicino agli armadietti + b) video che comincia con “ciao Tizio, se stai guardando questo video…”. C’è Mark Pellegrino (Jacob di Lost) assieme ad un mucchio di ragazzini, però no, dai, scherzavo.
La felicità è reale solo quando...
Condividimi!
Evernote

Lascia un Commento