I film in sala dal 2 febbraio: Hacksaw Ridge, Billy Lynn e Sleepless

La rubrica (che tutto il mondo ci infischia) sui film in uscita al cinema

Al cinema questa settimana troveremo due commedie italiane: Smetto Quando Voglio – Masterclass, sequel del tentativo (riuscito) di fare un Breaking Bad tricolore, ed Ho Amici in Paradiso, storia di un commercialista mandato ad espiare le proprie colpe al centro di riabilitazione Don Guanella di Roma. Gli amanti del dramma storico potranno però optare per A United Kingdom – L’Amore che ha Cambiato la Storia con una Rosamund Pike tornata “mansueta” nei panni della Grace Kelly del Botswana.

La politica aziendale di questo blog però ha deciso che questa settimana si affrontino solo film di guerra e pellicole nelle quali avrebbe dovuto esserci Liam Neeson. Parliamo di Hacksaw RidgeBilly LynnSleepless. Ma senza troppa convinzione, eh.

Platealmente Perfido, la rubrica sui film in uscita al cinema.

La Battaglia Di Hacksaw Ridge

Nazione: U.S.A., Australia
Genere: guerra
Durata: 131 minuti
Cast: Vince Vaughn, Andrew Garfield, Sam Worthington.
Trama:

Tratto da una storia vera, Hacksaw Ridge racconta le vicende di Desmond Doss, militare statunitense ed obiettore di coscienza insignito della medaglia d’onore. All’età di 23 anni, Desmond, avventista del settimo giorno (whatever that means), si arruolò nell’esercito statunitense. Un obiettore di coscienza nell’esercito? Già. Durante la Battaglia di Okinawa (1945) il giovanotto riuscì a mettere in salvo ben 75 compagni.

Dico io:

Mel Gibson, Kyle, Mel Gibson (cit.).

A dieci anni dall’ultimo lavoro, Apocalypto, il nostro Mel Gibson torna alla regia. Non so se per il suo vissuto da presunto razzistone o per la sua incapacità di risultare simpatico, ma non ho mai fatto il tifo per Gibson, anche se – bisogna dirlo – BraveheartThe Passion facevano il loro dovere.

Dopo la cilecca ai Globe, Hacksaw Ridge è attualmente candidato a 7 premi Oscar, tra i quali miglior film, miglior regia, miglior attore. Questo dettaglio, unito al fatto che la critica non lo abbia potuto stroncare per partito preso, lascia pensare che Hacksaw Ridge possa nascondere alcuni elementi interessanti. Ad esempio il fatto che i capelli di Andrew Garfield, qui nel ruolo di Doss, continuino inspiegabilmente a crescere verso l’alto.

Critica: Metascore 71/100, Tomatometer 86%.

Trailer:

Billy Lynn: Un Giorno da Eroe

Nazione: U.S.A., U.K., Cina
Genere: guerra
Durata: 113 minuti
Cast: Joe Alwyn, Kristen Stewart, Garrett Hedlund, Vin Diesel, Steve Martin, Chris Tucker.
Trama:

Le vicende narrate nel film sono tratte dal romanzo di Ben Fountain Billy Lynn’s Long Halftime Walk.

2004. Il soldato semplice Billy Lynn, 19 anni, viene ripreso dalle telecamere di un TG mentre tenta di salvare uno dei suoi compagni durante una battaglia in Iraq. Trasformato di colpo in un eroe, Billy fa ritorno nella madrepatria assieme a tutta la Squadra Bravo (così chiamata per essere distinta dalla Squadra Alpha… ah gli americani!).

In realtà Billy ed i suoi commilitoni vengono rimpatriati per essere “esposti” durante il Victory Tour, ovvero una serie di interviste, comizi, partite di football e “ringraziamenti”; insomma quello che per noi italiani è causa del break nella programmazione delle serie televisive e che invece per gli statunitensi è una cosa grossa.

Durante queste due settimane, Lynn dovrà sostenere sia il suo stress post-traumatico (aggravato dall’aver perso un compagno) sia le luci dei riflettori, mentre man mano verrà fuori che la guerra vista dal pubblico degli stadi e la guerra vista da dei ragazzini che l’hanno vissuta hanno ben poco in comune.

Dico io:

Ang Lee, taiwanese classe ’54, è un regista “de panza”: lo si adora o lo si detesta. Io lo adoro, ovviamente, ma il nostro amore non è stato un colpo di fulmine, è stato piuttosto un crescendo partito da La Tigre e il Dragone, continuato con I Segreti di Brokeback Mountain e culminato con Vita di Pi (2012).

Purtroppo però la critica verso Billy Lynn’s Long Halftime Walk è stata feroce, almeno sino ad ora. Io tuttavia non demordo, perché ho il sospetto che la storia narrata non rispecchi ciò che la critica o lo spettatore medio avrebbe voluto venisse raccontato. Allo stesso tempo, però, penso che Jarhead ci sia già stato e che sia, per certi versi, inarrivabile.

Nel cast risulta anche Vin Diesel, ovvero l’ultimo attore che immagineresti di vedere in un film del genere se non ricordassi che, per quanto sembri assurdo, era in Salvate il Soldato Ryan (1998).

E poi… componenti americani, componenti russi, tutti fatti a Taiwan (cit.).

Critica: Metascore 53/100, Tomatometer 44%.

Trailer:

Sleepless – Il Giustiziere

Nazione: U.S.A.
Genere: azione
Durata: 95 minuti
Cast: Jamie Foxx, Michelle Monaghan, David Harbour, Scoot McNairy.
Trama:

Las Vegas. Vincent Drows, agente corrotto, sembra avere qualcosa a che fare con la sparizione di una partita di droga. Che sia volontario o accidentale, il suo coinvolgimento attira l’attenzione di due capoclan, che ordinano il rapimento del figlio quattordicenne di Vincent, chiedendo come riscatto la restituzione della cocaina.

Dico io:

C’era una volta Liam Neeson. A Liam Neeson rapivano sempre il figlio, sicché lui si metteva a fare minacce al telefono. Adesso però Liam Neeson fa i film con Scorsese ed a noi non resta altri che Jaime Foxx.

Siamo di fronte al film cool cast della settimana: oltre a Jamie, abbiamo a che fare con Scott McNairy (Halt and Catch Fire e prossimamente Fargo), David Harbour (Stranger Things) e Michelle Monaghan (True DetectiveThe Path). Detto questo, ci sono buone probabilità che faccia schifo.

Liam Neeson, trovaci tu.

Critica: Metascore 33/100, Tomatometer 14%.

Trailer:
La felicità è reale solo quando...
Condividimi!
Evernote
Tags:

2 Commenti

  1. Sam 2 febbraio 2017
  2. Cassidy 3 febbraio 2017

Lascia un Commento