Godzilla – Trailer #3

Sì, per carità, la paura dei patogeni è cool, anche quella dei piranha e degli squali non è da buttar via, ma la paura dei mostri grossi è meglio. Anzi, più grosso è il mostro, più di classe è la paura. Per questo la Legendary Pictures e la Warner Bros hanno deciso, nel 2012, di ridare “voce” al mostro grosso per eccellenza: Godzilla, anfibio dalle sembrianze e le dimensioni di dinosauro (Gojirasauro, cugino del Tirannosauro), che parla giapponese, ha un reattore nucleare al posto dello stomaco e si nutre di carne e radiazioni. Beh, questo almeno è ciò che Godzilla dovrebbe essere secondo la “corrente di pensiero” originaria: una denuncia  fantascientifica degli orrori della seconda guerra mondiale (Hiroshima e Nagasaki). In realtà poi ogni continente può farsi il proprio Godzilla, un po’ come per la stampa inglese ognuno può farsi il suo nuovo Bob Dylan.

Che attiri o meno la questione del mostro grosso, il Godzilla di prossima uscita, oltre a vantare una produzione della serie “qui non si bada a spese” (centosessanta milioni di dollari), può avvalersi della direzione di Gareth Edwards, regista, direttore della fotografia e sceneggiatore dell’affascinante Monsters (2011), e della recitazione di Bryan Cranston (Breaking Bad), che è uno al quale bisogna tassativamente voler bene. Nel ruolo del protagonista ci sarà Aaron Taylor-Johnson (Savages, Anna Karenina), scelto tra una rosa di attori che includeva Joseph Gordon-Levitt e Scoot McNairy. Nel cast anche Elizabeth Olsen, Juliette Binoche, Ken Watanabe e… Godzilla.

Nel nuovo trailer, diffuso venerdì scorso, finalmente si vede (e si sente) interamente la figura di Godzilla, che sembra aver convinto i “puristi” grazie al suo ritorno alle sembianze originarie ed al tipico “ruggito”. L’uscita in sala per l’Italia è prevista il 15 maggio, quella per gli States il 16 maggio, quella per il Giappone (chissà perché) per il 25 luglio.

Ehi, grazie di aver letto sin qui. Se questo post ti è piaciuto, puoi supportarmi facendolo girare sui social e sul webbe, perché sì la felicità è reale solo quando...

Condividimi!

7 commenti

  1. Nella Crosiglia 23 Apr 2014
    • StepHania Loop 23 Apr 2014
  2. Nella Crosiglia 22 Apr 2014
  3. Frank Romantico 22 Apr 2014
    • StepHania Loop 22 Apr 2014
  4. Jean Jacques 20 Apr 2014
    • StepHania Loop 22 Apr 2014

E tu cosa mi dici?

Per commentare ti basta inserire i dati contrassegnati dall’asterisco e, se ti va, la url del tuo blog. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato né usato per altri scopi, giurin giurello. Facendo click su “pubblica il commento” accetti il trattamento dei dati inseriti come descritto nella privacy policy. Ogni commento è prezioso per me. Grazie.