La Guerra Fredda è Finita e il Presidente è un Nero

(17/11/’63) 

«Jake? Dimmi una cosa positiva sul futuro.» 
Strano a dirsi, mi venne in mente ben poco. I telefoni cellulari? No. I kamikaze bombaroli? Probabilmente no. Lo scioglimento dei ghiacci del Polo? Meglio parlarne un’altra volta. 
Poi sorrisi: «Eccone due al prezzo di una: la guerra fredda è finita e il presidente è un nero». 
Iniziò a sorridere, poi vide che non stavo scherzando. Rimase a bocca aperta. 
«Mi stai dicendo che c’è un negro alla Casa Bianca?» 
«Certo che sì. Anche se, ai miei tempi, quelli come lui preferiscono essere chiamati afroamericani.» 
«Parli sul serio?» 
«Sì.» 
«Oh, mio Dio!» 
«Molta gente ha detto proprio la stessa cosa, il giorno dopo le elezioni.» 

(da 22/11/’63, Stephen King)

Ehi, grazie di aver letto sin qui. Se questo post ti è piaciuto, puoi supportarmi facendolo girare sui social e sul webbe, perché sì la felicità è reale solo quando...

Condividimi!

Un commento

  1. Patalice 6 Nov 2012

E tu cosa mi dici?

Per commentare ti basta inserire i dati contrassegnati dall’asterisco e, se ti va, la url del tuo blog. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato né usato per altri scopi, giurin giurello. Facendo click su “pubblica il commento” accetti il trattamento dei dati inseriti come descritto nella privacy policy. Ogni commento è prezioso per me. Grazie.