Le nuove serie TV dell’estate 2017: The Mist, Room 104, The Sinner e le altre novità arrivo

Il calendario delle nuove serie TV dell’estate 2017: da The Mist a Mr. Mercedes, da Room 104 a The Sinner, da The Defenders a The Deuce, tutti i nuovi drama in arrivo

Non abbiamo nulla da rimproverare alla primavera appena trascorsa: dall’attesissima American Gods alla dolorosa rivelazione di The Handmaid’s Tale, la stagione dei pollini è stata buona con noi. Ma cosa avverrà adesso che l’estate è alle porte? O meglio, cosa ne sarà di noi adesso che l’estate quelle porte le ha squagliate?

Sì sì, lo so che “l’inverno sta arrivando” e che dal 16 luglio (finalmente!) gusteremo i nuovi episodi di Game of Thrones, ma il calendario di un binge watcher non si nutre solo di spade, lupi e vino di Dorne. Posso infatti anticiparti che nei prossimi mesi non sarà George R. R. Martin a farla da padrone, almeno quantitativamente. Avremo difatti a che fare con due serie televisive tratte dalle opere di Stephen King: The Mist e Mr. Mercedes.

L’elenco delle nuove serie TV in arrivo è organizzato – come sempre – per programmazione. Per facilitarti la consultazione, però, trovi qui sotto l’ordine alfabetico dei titoli trattati. Non mancare di farmi sapere nei commenti cosa ne pensi e soprattutto di farmi notare quale serie ho ingiustamente tralasciato. Ci vediamo più giù.

Le nuove serie TV dell'estate 2017

The DeuceGypsyThe Last TycoonMarvel’s The DefendersMidnight, TexasThe MistMr. MercedesRoom 104SalvationThe SinnerSomewhere Between

The Mist

Quando: dal 22 giugno
Dove: su Spike (U.S.A.)
Genere: drama, horror
Cast: Alyssa Sutherland, Isiah Whitlock Jr., Morgan Spector, Frances Conroy
Numero episodi: 10 (prima stagione)
Consigliata:
Trama:

Lo sperduto paesino di Bridgton, nel Maine, si ritrova improvvisamente avvolto da un fitto banco di nebbia. Gli abitanti del paesello si radunano, in gruppi, nei punti di ritrovo – la scuola, la chiesa, la stazione di polizia – nell’attesa che la nebbia si diradi. Il protrarsi dell’evento, la visibilità ridotta ed un crescente grado di paranoia faranno sì, però, che il pericolo non resti confinato all’esterno.

Aspetta… ho detto Maine?

Dico io:

Sì, ho detto Maine. La serie TV The Mist è infatti una nuova trasposizione del romanzo breve La Nebbia di Stephen King, arrivato da noi nella raccolta Scheletri. La Nebbia ha già avuto un adattamento cinematografico esattamente 10 anni fa, firmato da quel Frank Darabont che aveva trasposto Il Miglio Verde e che poi è stato cacciato a calci da The Walking Dead. Nonostante gli effetti speciali rudimentali, il film The Mist (2007) convinceva e presentava uno di quei finali bastardi, ma così bastardi che lo stesso King ammise di preferirlo a quello della sua opera.

Lo sceneggiatore danese Christian Torpe, ideatore e regista del pilot, ha lasciato intendere che la serie TV sarà una re-immaginazione: per poter sviluppare la storia su di un arco narrativo più ampio, saranno aggiunti diversi personaggi assenti sia nel libro che nel film; inoltre il pericolo per i protagonisti non sarà rappresentato da veri e propri mostri, ma dalla nebbia stessa, che porterà gli abitanti a fare cose insensate. Infine la serie TV non si concentrerà su di un solo ambiente (come avveniva nel film), ma spazierà tra diversi luoghi e differenti gruppi di personaggi.

Io mi riprometto sempre di non cascarci, ma poi leggo “Stephen King” e non capisco più niente.

Trailer:

Gypsy

Quando: il 30 giugno
Dove: su Netflix
In Italia: il 30 giugno su Netflix
Genere: thriller, drama
Cast: Naomi Watts, Billy Crudup, Lucy Boynton, Poorna Jagannathan
Numero episodi: 10
Consigliata: Mah
Trama:

Jean Holloway è una madre, una moglie ed una terapista di Manhattan. Improvvisamente Jean però inizia a farsi coinvolgere troppo nelle vite dei suoi pazienti. Di che tipo di coinvolgimento parliamo?

Dico io:

L’hai notato l’occhiolino? Già, alla regia del pilot c’è Sam Taylor-Johnson, regista (pentita) di di 50 Sfumature di Grigio. Ideatrice e produttrice è l’esordiente Lisa Rubin. Di buono c’è che la protagonista è Naomi Watts, che non è di certo una Dakota qualsiasi. Nel cast anche Billy Crudup, Lucy Boynton, ma soprattutto Poorna Jagannathan (The Night Of). E se c’è Poorna…

Trailer ITA:

Salvation
Quando: dal 12 luglio
Dove: su CBS (U.S.A.)
Genere: drama, azione, sci-fi
Cast: Santiago Cabrera, Charlie Rowe, Jennifer Finnigan, Ian Anthony Dale
Numero episodi: 13
Consigliata: No
Trama:

Il milionario Darius Tanz e lo studente del MIT Liam Cole (Charlie Rowe) vengono informati dal Pentagono del fatto che, entro sei mesi al massimo, un asteroide colpirà la Terra. Nel trailer Santiago Cabrera (Tanz) si indica un dito e dice “asteroid”, si indica l’altro e dice “earth”; poi li avvicina e dice “boom”. Giusto per mettere in chiaro le cose. La Segretaria di Stato Grace Barrows (Jennifer Finnigan) assolda i due per metter su una task force segreta con il compito di salvare l’umanità. Yawn.

Dico io:

Ti starai chiedendo perché Salvation occupa il preziosissimo spazio bianco di questo post. Ti svelo subito l’arcano: a dirigere l’episodio pilota troviamo Juan Carlos Fresnadillo, regista di Intacto e di 28 Settimane Dopo. Per carità, lo stesso Fresnadillo lo scorso anno aveva diretto il pilot di Falling Water, creando aspettative che sono state disattese prima ancora del termine dei quei 40 minuti. Ideatori e sceneggiatori sono invece quel prezzemolino di Craig Shapiro (Pan AmExtant) e la sua fedele produttrice Elizabeth Kruger.

Midnight, Texas

Quando: dal 24 luglio
Dove: su NBC (U.S.A.)
Genere: supernatural, drama
Cast: François Arnaud, Arielle Kebbel, Jason Lewis, Dylan Bruce, Peter Mensah
Numero episodi: 13 (prima stagione)
Consigliata: Mah
Trama:

Non si vive di solo Maine. In questo caso siamo a Midnight, fittizia cittadina del Texas. È qui che il medium Manfred Bernardo si trasferisce, ignaro del fatto che il paesello del sud sia in realtà un rifugio per angeli, streghe, vampiri e licantropi. Il variegato popolo di Midnight sarà costretto a fare fronte comune per proteggersi dai pericoli esterni.

Dico io:

La serie TV è basata sulla trilogia Midnight, Texas di Charlaine Harris, autrice dei romanzi da cui è stata tratta True Blood della HBO. Midnight, Texas sembra promettere un certo grado di coattitudine ed ha dalla sua parte Monica Breen, sceneggiatrice di StregheAliasFringe. Nel cast compare anche il nome di Peter Mensah, interprete di Kibwe in True Blood, ma soprattutto il “Doctore” di Spartacus della Starz, quella strana serie televisiva nella quale le declinazioni erano superflue.

Quanto ci mancherà la Starz questa estate, eh?

Trailer:

Somewhere Between
Quando: dal 24 luglio
Dove: su ABC (U.S.A)
Genere: supernatural drama
Cast: Paula Patton, Devon Sawa, JR Bourne, Aria Birch
Numero episodi: 10
Consigliata: nc
Trama:

Laura Price conosce esattamente il momento, il luogo e le modalità con cui sua figlia verrà uccisa. Tornando indietro nel tempo, ha solo 14 giorni per contrastare questo terribile destino.

Dico io:

La ABC sembra voler tenere segreta questa sua Somewehere Between, della quale a poco più di un mese dalla messa in onda non esiste nemmeno un trailer. Ciò che è dato sapere è che si tratta di un adattamento della serie coreana God’s Gift: 14 Days del 2014.

The Last Tycoon

Quando: dal 28 luglio
Dove: su Amazon Video
In Italia: dal 28 luglio su Amazon Video
Genere: period drama
Cast: Matt Bomer, Kelsey Grammer, Lily Collins
Numero episodi: ?
Consigliata:
Trama:

Tratta dall’ultimo ed incompiuto romanzo di Scott Fitzgerald, The Last Tycoon, ambientata nel 1936, racconta la storia di successo di un produttore cinematografico, Monroe Stahr, che partito dal nulla diviene una delle personalità più influenti di Hollywood, raccontando (ma anche incarnando) il sogno americano.

Dico io:

Adattata e diretta da Billy Ray (Breach, Captain Phillips), The Last Tycoon era stata originariamente sviluppata per la HBO, che poi ha detto “uh, no, ci eravamo capiti male. Grazie lo stesso, tuttappò”. A salvare la serie TV è stata poi Amazon, che il 17 giugno 2016 ha messo in streaming il pilota, raccogliendo critiche positive a destra e a manca. A condurre il cast è quel fustacchione di Matt Bomer.

Room 104

Quando: dal 28 luglio
Dove: su HBO (U.S.A.)
Genere: drama
Cast: James Van Der Beek, Orlando Jones, Ross Partridge, Sarah Hay
Numero episodi: 12 (prima stagione)
Consigliata:
Trama:

La neonata in casa HBO, che si propone come serie antologica, ha come ambientazione un’unica stanza di motel, la 104, all’interno della quale sono ambientate diverse storie, con differenti personaggi e diversi attori. Dal trailer si deduce che tra i vari personaggi ci saranno una coppia di anziani, un bambino vestito da supereroe, un adulto vestito da babbo natale, qualche estremista religioso e Dawson di Dawson’s Creek.

Dico io:

Dietro il progetto troviamo i fratelli Jay e Mark Duplass, attori, produttori, montatori, sceneggiatori e registi. Secondo me, se solo lo avessero saputo, Jay e Mark ti avrebbero organizzato la prima comunione. In realtà non ho mai visto nessuno dei loro lavori, ma se la grande e potente HBO dà loro fiducia un motivo ci sarà.

Ovviamente il cast di Room 104 è particolarmente succulento: oltre a James Van Der Beek, avremo a che fare con gli stessi fratelli Duplass, Orlando Jones, Ross Partridge, di nuovo Poorna Jagannathan (che in questa stagione vedremo anche in Gypsy) e soprattutto quella delizia di Sarah Hay, protagonista di Flesh and Bone.

Trailer:

The Sinner

Quando: dal 2 agosto
Dove: su USA Network
Genere: drama, thriller
Cast: Jessica Biel, Bill Pullman, Christopher Abbott, Abby Miller
Numero episodi: 8
Consigliata:
Trama:

In un caldo pomeriggio di sole, vicino al lago, Cora Tanner accoltella un uomo causandone la morte. Ciò che è successo è chiaro, lampante davanti agli occhi di tutti. Quello che non si comprende è il perché. Perché una giovane madre, sempre gentile e sorridente, improvvisamente pugnala un estraneo alla gola più e più volte, dinanzi a famiglia ed amici?

Per la polizia locale il caso è bello che chiuso: Cora confessa, ci sono i testimoni. Ma per il Commissario Ambrose qualcosa non torna, sono troppe le domande senza risposta. Incantato dal caso, il commissario di polizia si rifiuta di chiudere il fascicolo e inizia la sua indagine sul passato di Cora, una discesa triste nell’inferno privato di una donna.

Dico io:

Viviamo in un momento difficile per il poliziesco sul piccolo schermo. Un mese fa, ad esempio, la cattivissima ABC ha deciso di non rinnovare le migliori serie crime in circolazione: American Crime e Secret and Lies. Nonostante questo, però, la USA Network decide di puntare – ed io con lei – su questo adattamento del romanzo di Petra Hammesfahr ancora inedito in Italia.

The Sinner segna anche il ritorno in TV di Jessica Biel, che non ricopre un ruolo principale in una serie dall’epoca di 7th Heaven. Ti ricordi l’episodio in cui la nostra Mary bevve una birra (una birra!) di nascosto? Ti ricordi che, una volta scoperto, i perfidi genitori Camden mandarono Mary in esilio a casa dei nonni? Che quell’episodio abbia avuto ripercussioni anche sulla carriera della nostra Jessica? Che sia questo l’oscuro passato della protagonista di The Sinner?

E niente, 7th Heaven ci ha segnati tutti.

Trailer:

Mr. Mercedes

Quando: dal 9 agosto
Dove: su Audience AT&T (U.S.A.)
Genere: drama, thriller
Cast: Harry Treadaway, Brendan Gleeson, Mary-Louise Parker, Kelly Lynch
Numero episodi: 10
Consigliata:
Trama:

Ancora un poliziesco, se possibile a tinte ancor più fosche. Uno psicopatico con una maschera da clown (…) ruba una Mercedes ed investe volontariamente otto persone, ferendone molte altre. Abbandona poi l’auto, lasciando sul cruscotto una emoticon gialla e sorridente.

Un anno dopo Brady Hartsfield, il killer rimasto impunito, inizia un’assidua corrispondenza, fatta di lettere ed email, con il Detective in pensione Bill Hodges. L’obiettivo di Hodges è quello di catturare l’assassino; l’obiettivo di Hartsfield è quello di farsi beffa del detective fino a spingerlo al suicidio.

Ehi, ma ho detto Maine?

Dico io:

No, questa volta il Maine non c’entra, siamo nel Midwest. Ma quel titolo sì, quel titolo parla chiaro: siamo nuovamente difronte ad una trasposizione del romanzo di Stephen King, che nel 2014 sfornò l’omonimo poliziesco, primo capitolo di una trilogia che – shame on me – non ho letto.

Dietro il progetto, come ideatore e showrunner, troviamo David E. Kelley, veterano della TV e sceneggiatore di qualsiasi scena con gli avvocati e/o Boston ti possa venire in mente. A dirigere l’intera stagione troviamo invece Jack Bender, regista di numerosi episodi di LostAlias e robe su Boston e/o gli avvocati.

Ma quello che più affascina di questo nuovo prodotto è la presenza, nelle vesti del serial killer, di Harry Treadaway, mostriciattolo di bravura che abbiamo già avuto modo di vedere ed apprezzare in HoneymoonPenny Dreadful (Frankenstein).

Trailer:

Marvel’s The Defenders

Quando: il 18 agosto
Dove: su Netflix
In Italia: il 18 agosto su Netflix
Genere: drama, supereroi contro la municipale (di New York)
Cast: Sigourney Weaver, Matt Murdock, Krysten Ritter, Mike Colter, Finn Jones
Numero episodi: 8
Consigliata: Mah
Trama:

Va avanti, inarrestabile, il carrozzone del Marvel Cinematic Universe. In questo caso il progetto nato nel 2013 propone un’alleanza tra Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage e l’uomo coi pugni nelle mani, Danny Rand aka Iron Fist per… Per? PER? Ah, salvare New York, ovviamente.

Dico io:

Il connubio Netflix / Marvel Television prometteva faville, all’inizio. Le prima due stagioni di Daredevil sono state una ventata d’aria fresca (anche per le casse di Netflix) e Jessica Jones ci ha divertiti, anche grazie alle assurde vocali di David Tennant. Però dobbiamo anche guardarci in faccia ed ammettere che no, Luke Cage non lo abbiamo mai finito e che sì, i dialoghi di Iron Fist facevano pena.

A insospettire ulteriormente è il fatto che uno degli showrunner, Doug Petrie (BuffyC.S.I.Daredevil) abbia detto “ciaone” a tutti poco dopo le presentazioni iniziali; lasciando la situazione in mano a Marco Ramirez, che nel curriculum ha sì Daredevil, ma anche Fear The Walking Dead.

Nel cast ritroviamo tutti i nomi noti al filone: Matt Murdock (Daredevil), Krysten Ritter (Jessicaaah), Mike Colter (Luke Cage), Finn Jones (Iron Fist) e Rosario Dawson (Clare Temple). Come “bonus track” ritroveremo Sigourney Weaver, nel ruolo dell’antagonista tetraedrica.

E no, Netflix, non mi faccio intenerire da Come As You Are piazzato lì nel trailer. Non avrò il pugno d’acciaio, ma il cuore di pietra sì.

Trailer ITA:

The Deuce

Quando: dal 10 settembre
Dove: su HBO (U.S.A.)
In Italia: prossimamente su Sky Atlantic
Genere: drama
Cast: James Franco, Maggie Gyllenhaal, Chris Bauer, Margarita Levieva
Numero episodi: 8
Consigliata: Mah
Trama:

Dal 5 luglio su FX andrà in onda Snowfall, una serie sulla pandemica assunzione di cocaina nella Los Angeles del 1983. Per non essere da meno, anche la HBO sfiora lo stesso argomento, raccontando con The Deuce il consumo crescente della cocaina (ma anche la legalizzazione dell’industria pornografica) nei tardi anni ’70.

Siamo a New York, quella stessa New York che deve sempre essere salvata. In questo caso il nemico è l’HIV. È in questo contesto che i fratelli Vincent e Frankie Martino, scagnozzi della mala di Times Square, intuiscono che investire sulla pornografia potrebbe essere un buon modo per far soldi. Della stessa idea si rivela Candy, una prostituta della zona attratta dall’opportunità di guadagno.

Dico io:

Eccola qui, la HBO! Aveva provato a camuffarsi qui sopra, con quel Room 104, ma poi ha tradito la sua vera natura. È in questo The Deuce che la nostra cara emittente concentrerà il quantitativo di nudità che non potrà esprimere altrove.

The Deuce è stata ideata e scritta da David Simon e George Pelecanos, premiata ditta dietro The Wire e Treme. A dirigere il pilot sarà Michelle MacLaren (Breaking Bad), anche se la macchina da presa qui e lì nel corso della stagione sarà affidata anche a James Franco, interprete del doppio ruolo dei fratelli Martino. Nel ruolo della squillo Candy troveremo invece Maggie Gyllenhaal. Nel cast anche Chris Bauer e Margarita Levieva (Revenge).

Trailer:

E questo è più o meno tutto. Quale di queste nuove serie TV ti incuriosisce? Quale novità ho invece dimenticato? Non trattenerti dal farmelo sapere nei commenti.

La felicità è reale solo quando...
Condividimi!
Tags:

14 Commenti:

  1. Cassidy 23 giugno 2017
    • StepHania Loop 27 giugno 2017
  2. Pietro Sabatelli 23 giugno 2017
    • StepHania Loop 27 giugno 2017
  3. Cumbrugliume 27 giugno 2017
    • StepHania Loop 28 giugno 2017
  4. kris kelvin 27 giugno 2017
    • StepHania Loop 28 giugno 2017
  5. Babol 30 giugno 2017
    • StepHania Loop 5 luglio 2017
  6. ghiroinsonne 16 agosto 2017
    • StepHania Loop 20 agosto 2017
  7. Emiliano 4 settembre 2017
    • StepHania Loop 9 settembre 2017

Ti va di lasciare un commento?