Platealmente Perfido – In Sala dal 13 Novembre

Un sacco di uscite, alcune anche ghiotte, questa settimana, tra le quali si farà finta di non aver visto quelle con i Modà o con Christian De Sica e Rocco Papaleo, perché – insomma – in giro ci sono Idris Elba ♥, Michael Fassbender ♥ e Peter Stormare ♥. Caspita, quanto mi manca Peter Stormare nella vita di tutti i giorni.

***


Clown

Jon Watts, regista e sceneggiatore di un sacco di cose di cui ignoro allegramente l’esistenza, dirige questo horror strampalato nel quale un uomo, per sostituire l’animatore ingaggiato per la festa di compleanno del figlio, si veste da clown, però poi non riesce più a svestirsi da clown. Non senza farsi strappare il naso, almeno. Ci sono Peter Stormare ♥ (Prison Break, Constantine il film), che ovviamente fa il vecchio pazzo bavoso, Laura Allen (The 4400, Awake), che fa la strappatrice di nasi, ed Eli Roth che fa una comparsata e produce tutto quanto. Sicuramente una trashata immane che punta al tenero e fragile cuoricino di una generazione cresciuta con Stephen King, che però mi ha appena fatto scoprire che la paura dei pagliacci è detta coulrofobia e che ne è affetto Johnny Depp. Su Clown in Italia si è già abbattuta una pesante censura circa poster, trailer ed orari di programmazione, perché da queste parti – si sa – mangiarsi i bambini non sta bene.

***


Deux Jours, Une Nuit – Due Giorni, Una Notte

Tornano Jean-Pierre e Luc Dardenne con un film con Marion Cotillard come protagonista ed una sinossi a dir poco interessante: Sandra (la Cotillard) ha dovuto lasciare il suo posto di lavoro in una fabbrica di pannelli solari per curarsi dalla depressione. Parzialmente ristabilitasi, torna nella piccola azienda, dove il capo (che nel frattempo ha riorganizzato le mansioni lavorative senza di lei, distribuendo il lavoro agli altri), impone ai dipendenti una scelta: il reintegro di Sandra o un bonus di mille sacchi in più in busta paga. Due giorni e una notte è il tempo che Sandra ha a disposizione per provare a convincere i colleghi (o ex-colleghi…) a permetterle di tornare al suo posto di lavoro. Con un Metascore a 92 ed un Tomatometro al 95%, quello dei fratelli Dardenne sembrerebbe il film più promettente della settimana.

***


Frank

Presentato – obviously – al Sundance Film Festival, il film di Lenny Abrahamson racconta la storia di John (Domhnall Gleeson, Never Let Me Go, Anna Karenina), un musicista  alla disperata ricerca del successo, che si unisce alla band d’avanguardia “Soronprfbs” (già), il cui carismatico e talentuoso leader – Frank, appunto – porta perennemente una maschera di cartapesta. Nel cast ci sono anche Scoot McNairy (Monsters, Argo, Halt and Catch Fire) e Maggie Gyllenhaal (The Dark Knight, The Honourable Woman) e sotto la maschera, niente popò di meno che Michael Fassbender ♥. Metascore a 75, Pomodorometro addirittura al 93%.

***


Nightcrawler – Lo Sciacallo

Lou è alla ricerca di un lavoro e una sera, per caso, assistendo ad un incidente, gli viene un’idea: compra una videocamera e corre su e giù per la città a riprendere emergenze e violenze di vario ordine e grado, per poi vendere i filmati, a caro prezzo, ai media. Arrivano soldi e notorietà fino a che, una notte, non è lui ad arrivare sulla scena del crimine, ancor prima della polizia. Puntini di sospensione. Metascore a 76, Tomatometer niente popò di meno che al 94%. Cosa è successo al nostro spietato pomodorometro? Ma soprattutto (puntini di sospensione) cosa è successo agli occhi di Jake Gyllenhaal? Quand’è che sono diventati così grandi?

***


No Good Deed – Ossessione Omicida

No Good Deed è il film di cui non fregherebbe un trullo se non ci fosse Idris Elba ♥. Per la regia di Sam Miller, che è uno che ha diretto un sacco di cose per il piccolo schermo (Low Winter Sun, Black Sails, Those Who Kill e persino Luther), questa pellicola dal titolo italiano terrificante racconta robe di rapimenti di procuratrici distrettuali che hanno accolto in casa Idris sconosciuti. Con un Metacriticometro a 25 ed un Tomatometer all’11%, non ci sono dubbi sul fatto che questo No Good Deed sia una fetecchia. Però c’è Idris Elba ♥, mica Rocco Papaleo.

***


Sul Vulcano

Sul Vulcano è senza dubbio il film italiano che vedrei, se solo arrivasse davvero nelle sale d’Italia. Tra testimonianze reali e materiale d’archivio, il film di Gianfranco Pannone racconta l’abusivismo edilizio che caratterizza le pendici del Vesuvio, correlandolo alla devozione religiosa ed al fatalismo rassegnato tipici del popolo partenopeo. Il trailer è ipnotico, ma – ehi – questa settimana esce il film con De Sica e Papaleo. Pensiamo davvero che qualche sala, al di fuori della Campania, scelga di programmare Sul Vulcano? È più probabile che erutti il Vesuvio, credetemi.

***


Words And Pictures
Clive Owen è un insegnate di inglese innamorato delle parole, Juliette Binoche è una professoressa di storia dell’arte appassionata dalle raffigurazioni pittoriche. I due daranno il via ad una serie di test sugli alunni per capire se siano più importanti le parole o le immagini e (cito Film UP) “vincerà l’amore“. Poi non venite a lamentarvi di Intestellar, eh, che lì almeno ci sono lo spazio, le onde, una caterva di dimensioni e Wes Bentley. Meta a 49, Pomo a 42%. Bella lì.
La felicità è reale solo quando...
Condividimi!
Evernote

2 Commenti

  1. Mr Ink 13 novembre 2014
    • Mr Ink 13 novembre 2014

Lascia un Commento