Revenge – Prima Stagione

La Ragazza Dal Kimono D’Oro
Stella Piena  

Periodo di season finale, questo, ed ovviamente, anziché scrivere di gioiellini come Game of Thrones o The Killing, l’autrice di questo misero, stupido, inutile blog ha deciso di impiegare due settimane per la stesura di un post (manco Kubrick!) su La Conta di Montecristo.
La serie vede la protagonista, Emily Thorne (Emily VanCamp) ritornare negli Hamptons al fine di vendicare l’incarcerazione (e la successiva e conseguente morte in gatta buia) del Patre, ingiustamente accusato di terrorismo ad opera della potente e temibile famiglia Grayson. Per soddisfare questa sete di vendetta, Emily, la cui vera identità è quella di Amanda Clarke, si avvarrà di ogni mezzo (fisico o informatico o incendiario) in suo possesso e dell’aiuto del fidato Nolan (Gabriel Mann), unico personaggio della serie che non andrebbe preso a calci nelle chiappe per ore.

Un inizio stagione comunque intrigante, per carità, che però è stato penalizzato dalla trasmissione a indovinello degli episodi in U.S.A.: oltre la oramai conosciuta pausa invernale, la serie, facendosi allegramente beffa degli ascolti, ha saltato due o tre settimane qui e lì, per poi riprendere inaspettatamente, nella speranza che il pubblico avesse dimenticato cosa fosse successo negli episodi precedenti.

La sceneggiatura, di per sè già piuttosto pesante, introduce man mano troppa carne al fuoco: un riformatorio, un cambio di identità, un inspiegabile e gargantulesco patrimonio caduto dal cielo, arti marziali a cucù e persino una sorta di Pai Mei asiatico che non si sa da dove venga nè poi dove vada a finire. Inutile, ovviamente, sperare nelle relative spiegazioni (Lost docet) all’interno di questa stessa stagione. 
Ancora da Lost e nello specifico dal glorioso e celeberrimo episodio su Nikky e Paulo (chi non ricorda con affetto Nikky e Paulo?), poi, Revenge impara un’altra lezione essenziale: tutte le serie ad un certo punto devono crogiolarsi nell’episodio riempitivo, in questo caso consistente in un puntatone flashback completamente a minchia (1×20 – Legacy). Si fa un salto nel 2002, ad un party in casa Grayson cui si era accennato precedente (episodio 1×05 – Guilt) attraverso questa immagine:

E lo si rappresenta, giustamente, con le protagoniste della foto conciate ed acconciate in questo modo:

A livello recitativo, Emily VanCamp, troppo magra per essere vera e troppo cute per essere cruel, si fa beccare il più delle volte completamente fuori ruolo, anche se a
rendere perlomeno sufficiente il livello interpretativo contribuiscono Madeleine Stowe (Twelve Monkeys), nel ruolo della cattivissimissima Victoria Grayson, e gli occhioni dolci di Gabriel Mann (Mad Man) nei panni di Nolan Ross. 
Il finale vero e proprio, di una prevedibilità e di una banalità da soap opera, si salva solo per l’utilizzo della bellissima Seven Devils dei Florence + The Machine (spoiler nel video), che comunque TUTTI preferiamo in questo promo mozzafiato (quindi perché non ho parlato di Game of Thrones?).

La ABC ha già confermato il rinnovo di Revenge per la seconda stagione: gli episodi andranno in onda il primo ed il terzo giovedì dei mesi che iniziano con una lettera compresa tra la L e la M.
La felicità è reale solo quando...
Condividimi!
Tags:

Ti va di lasciare un commento?