Trance (2013, Danny Boyle)

Boyata

 

Tre anni dopo 127 Hours (film che hanno odiato tutti, tranne la sottoscritta), il nostro caro amico Danny Boyle torna dietro la macchina da presa a dirigere un cast di attori ad alto cachet per realizzare Trance (che diventerà In Trance da noi), remake di un film per la TV del 2001 e cofecchia cinematografica dell’anno.

Simon (James McAvoy), addetto alla sicurezza in una casa d’aste, passa al lato oscuro e si lascia coinvolgere nel furto dell’opera Volo di Streghe di Francisco Goya. In realtà Simon fa il triplo gioco e consegna ai compari criminali, capitanati da Vincent Cassel (nella parte – oramai – di stesso) una cornice vuota. A causa della classica botta presa in testa, però, il protagonista non ricorda dove abbia nascosto la tela. Per questo gli allegri criminali riuniti si rivolgono ad una ipnoterapista (Rosario Dawson) nell’intento di riuscire a ritrovare l’opera.
In una Londra moderna e costituita per lo più da interni scarni e illuminati in maniera innaturale, Boyle fa muovere in maniera fluida ed originale la sua arte, dimenticando, però, che la rappresentazione visiva deve pur raccontare qualcosa. Quel qualcosa è reso estremamente ed inutilmente complesso dalla sceneggiatura di Joe Ahearne e niente popò di meno che John Hodge (Trainspotting, The Beach e prossimamente Porno), che vanno alla ricerca del triplo/quadruplo/quintuplo gioco e del colpo di scena uuuh! a tutti i costi, sacrificando i personaggi e vanificando qualsiasi sforzo stilistico.
A poco servono l’astro e l’originalità registica, il gore, anche se divertente (una capoccia che parla dopo che un proiettile ne ha fatta saltar via metà) e La Rosario Desnuda se alla fin fine l’intera pellicola vuole essere un’ode allo sbigottimento facile dello spettatore stupido. Lo sbalordimento avviene, ma per la totale assenza di personalità della sceneggiatura, che tocca il fondo nella scena finale, con quel Cassel che resta così.
Delusione dell’anno, caro Danny.

 

In sala dal 29 agosto 2013.
La felicità è reale solo quando...
Condividimi!

Un Commento:

  1. Mr Ink 10 agosto 2013

Ti va di lasciare un commento?